5 ARREDO URBANO

5 ARREDO URBANO

La definizione "arredo urbano" indica genericamente l'insieme delle attrezzature (fontane, sculture, panchine, pensiline, lampioni ecc.) che servono a completare la funzionalità degli spazi pubblici, siano questi aperti o chiusi.
Tali attrezzature hanno lo scopo di offrire soluzioni che creino una struttura ambientale più confortevole, più abitabile e devono ben inserirsi nel tessuto urbano senza determinare forti dissonanze stilistiche.
Gli innumerevoli esempi di arredo che una città offre, possono essere presi in considerazione dall'allievo che, dopo un'opportuna indagine anche con l'ausilio della macchina fotografica, potrà scegliere quelli più interessanti e studiarli dal punto di vista formale attraverso il rilievo e la copia dal vero, nonché potrà sfruttare tale analisi per ricevere stimoli per nuove proposte progettuali.
Qui di seguito si propone una ricca documentazione fotografica che spazia dall'elemento tradizionale a quello più moderno talvolta definito da forme bizzarre realizzate con materiali diversi.



54 - Panchina con supporti in cemento e seduta in ferro.


55 - Panchina con inserti in graniglia rossa di Verona.
Si osservino le panchine proposte che da una seduta tradizionale passano ad assumere anche una valenza plastico-figurativa (figure 58, 62) per divenire un oggetto tutto da scoprire come nel caso della panchina verticale (figura 59) struttura che non offre il piano seduta ma la persona può riposarsi in posizione eretta con il corpo appoggiato al piano inclinato.
Interessanti sono anche i lampioni che arredano non soltanto con la loro forma ma anche mediante effetti luminosi colorati (figura 57)



56 - Panchine.


57 - Lampioni.


58 - Le tre sedute formano un vero e proprio salotto in pietra..


59 - Panchina verticale in tubolare metallico.
L'utilizzo di contenitori a fioriera consente di arredare con macchie verdi o colorate anche aree pavimentate adibite a piazze o a marciapiedi.



60 - Fioriera con panchina.


61 - Fioriere in legno.
Le fontane, che generalmente segnano punti strategici del tessuto urbano, possono diventare veri e propri nodi plastici.



62 - L’assemblaggio di pietre grezze forma una panchina affiancata da una fontana.


63 - Fontana dei Quattro Fiumi, Gian Lorenzo Bernini, 1647-1651 Roma.


64 - Fontana della Barcaccia, Gian Lorenzo Bernini, 1629 piazza di Spagna, Roma.
Le due pensiline sono costituite da forme geometriche essenziali, realizzate attraverso materiali opachi, lucidi e trasparenti per dare effetti particolari alle singole strutture.



65 - Pensilina fermata autobus con seduta.


66 - Pensilina fermata autobus con seduta.
Dissuasori di diverso tipo (figure 67) mostrano come l'accesso a una strada possa essere vietato anche mediante forme geometriche tridimensionali che, sostituendo la tradizionale segnaletica verticale, arredano lo spazio che le ospita.



68 - Specchio deformante.


69 - Le sculture a forma di carota arredano un'area verde.


70 - Le tre sculture a parallelepipedo decorano una rotatoria spartitraffico alla francese.
Ulteriori elementi d'arredo urbano possono fondersi con un piano piazza attraverso strutture tubolari, a richiamare l'attenzione dei bambini che stimolati dalla curiosità esplorano le forme bizzarre e si divertono (figura 71) anche grandi meridiane poste su piani verticali possono arredare visivamente tutta l'area circostante e informare i passanti dello scorrere del tempo (figura 72).



71 - Struttura tubolare con corde tese.


72 - Meridiana posta sul fianco di una casa.
La natura come fonte di ispirazione attraverso le sue forme può essere tradotta con elementi in ghisa per conferire all'ambiente urbano un aspetto floreale che contrasta con la frenetica e confusa vita della città. Esigenza di evasione già avvertita nella corrente artistica dell'Art Nouveau (figura 73).



73 - Ingressi alla ferrovia metropolitana di Parigi di Hector Guimard, 1899-1904.

Disegno Facile C
Disegno Facile C