OMBRE PRODOTTE DA UNA SORGENTE LUMINOSA ARTIFICIALE

Ombre prodotte da una sorgente luminosa artificiale

La ricerca delle ombre proprie e portate determinate da una sorgente luminosa artificiale nella proiezione assonometrica, è simile a quella utilizzata per determinare le stesse ombre in proiezione ortogonale.
In particolare, nello spazio assonometrico, la sorgente luminosa S è visibile; da questa partono i raggi luminosi i (inclinazione) che toccheranno i vertici della figura e intersecheranno i raggi d (direzione) proiettati da S' (proiezione di S sul P.O.), passanti dai rispettivi punti di proiezione dei vertici sul P.O.

Ombre proprie e portate di una piramide a base quadrata con il vertice appartenente alla faccia superiore di un parallelepipedo
  Le ombre proprie e portate dei due solidi si cercano come indicato precedentemente. Per determinare l'ombra portata della piramide sul parallelepipedo, si deve considerare la faccia del solido, su cui appoggia il vertice della piramide, appartenente ad un piano ausiliario orizzontale; quindi da (S') si tracciano le proiettanti passanti dalla proiezione dei vertici della base della piramide su tale piano; queste incontrano le proiettanti che da S toccano i rispettivi vertici e definiscono l'ombra cercata.


78

Disegno Facile B
Disegno Facile B