OMBRE DI SOLIDI AFFIANCATI

Ombre di solidi affiancati

Anche per determinare le ombre di solidi affiancati si considera un solido alla volta, partendo da quello più vicino al P.V. e si applica il normale metodo proiettivo.
Per cercare le ombre portate sulla superficie di un solido si deve ricorrere a piani ausiliari aventi la stessa posizione spaziale delle facce che ricevono l'ombra.
Se le superfici che interrompono l'ombra sono inclinate, coniche, cilindriche o sferiche, il procedimento per cercare l'ombra portata diventa più complesso perché considera piani ausiliari che sezionano il solido su cui cade l'ombra.

Ombre proprie e portate di un parallelepipedo posto sul P.O. e di una piramide con la base triangolare appartenente al P.O.
Si cercano le ombre dei solidi sui due piani proiettanti.
Per individuare l'ombra portata della piramide sul parallelepipedo
si devono seguire i seguenti passaggi:
-    Si considera la faccia ABCD appartenente ad un piano ausiliario verticale P (colore verde) che taglia in 1' e 2' l'ombra portata della piramide sul P.O.
-    Si individuano i punti 1'' e 2'' e si uniscono a V°2p, ombra portata del vertice V sul piano P.
-    Si considera la faccia AEFB appartenente ad un piano orizzontale a (colore rosso) che taglia in 3'' e 4'' l'ombra portata della piramide sul piano P.
-    Si individuano i punti 3' e 4' e si uniscono a V°1a ombra del vertice V sul piano a (figura 41).



41
Ombra propria e ombre portate di una piramide con la base esagonale posta sul P.O. e di un segmento con un estremo appartenente al P.O. e perpendicolare allo stesso
Si cercano le ombre della piramide e del segmento applicando il normale metodo proiettivo.
L'ombra portata del segmento cade in parte sul P.O. e in parte sulla faccia inclinata della piramide.
Per cercare il tratto di ombra portata e il suo sviluppo sulla struttura tridimensionale della piramide occorre considerare un piano ausiliario a (colore rosso) perpendicolare al P.O., la cui traccia t' coincida con r' (direzione del raggio luminoso) e passi da G'sH'sH°1, proiezione ortogonale del segmento e sua ombra sul P.O.
Si cerca la sezione data dal piano a sul P.V. (colore rosso).
Dove r'' interseca la sezione individua G°2.
I tratti G°1-1' in prima proiezione, e G°2-1'', in seconda proiezione, determinano l'ombra portata del segmento sulla faccia inclinata della piramide.



42
Ombre proprie e portate di una piramide con la base pentagonale appartenente al P.O. e di un prisma con una base esagonale anch'essa appartenente al P.O.
L'esercizio si risolve applicando il normale metodo proiettivo.
Il prisma proietta parte della sua ombra portata sulle facce inclinate della piramide.
Per cercare questo tratto di ombra portata è sufficiente adottare tre piani ausiliari a, P e x perpendicolari al P.O., con le prime tracce coincidenti con la direzione del raggio luminoso tale che la t'a (colore rosso) passi dal punto 1', la t'P (colore verde) passi dal punto 2'e la t'x (colore giallo) passi dai punti 3' e V'.
La sezione determinata dal piano a (colore rosso) consente di individuare 1°; la sezione determinata dal piano P (colore verde) individua il punto 2°, mentre la sezione determinata dal piano x (colore giallo) individua il punto 3°.
Il prolungamento del tratto che unisce i punti 2°-3° determina il punto 4° sullo spigolo A'V' della piramide.
L'ombra portata dello spigolo AV interseca, nel punto 5°1, l'ombra portata dello spigolo DC; se da tale punto facciamo passare una proiettante parallela alla direzione del raggio luminoso, fissiamo 5° sullo spigolo A'V' della piramide.
Il tratto 5°-4° completa la parte dell'ombra cercata.



43
Nella figura 44, l'assemblaggio di corpi che caratterizza l'architettura mostra come le ombre proprie, portate e autoportate concorrano a definire bene i volumi e le loro esatte posizioni spaziali.



44 - Saint Francis Church, Ranchos de Taos, New Mexico (1929).
Ombre proprie e portate di un prisma con una faccia laterale appartenente al P.O., le basi triangolari inclinate al P.V. e di una piramide con il vertice appartenente al P.O., la base triangolare parallela allo stesso
L'esecuzione grafica evidenzia come l'ombra portata della piramide venga interrotta dalla faccia inclinata del prisma nei punti 3' e 4'.
Per cercare come si sviluppa il tratto d'ombra sulla faccia del prisma si devono considerare due piani ausiliari e le rispettive sezioni: a (colore rosso) che consente di individuare G°.
P (colore verde) che consente di individuare I°.
Il tratto di ombra cercato è definito dalle linee che uniscono i punti 3'-G°-1' e i punti 4'-I°-2' in prima proiezione e i punti 3"-G°-1" e i punti 4"-I°-2" in seconda proiezione.



45

Disegno Facile B
Disegno Facile B